Visitare Napoli a Natale, San Gregorio ed i presepi

visitare napoli natale

Una passeggiata nella città di Napoli è sempre consigliabile, ma soprattutto lo è nel periodo di Natale. Visitare Napoli a Natale è davvero un’esperienza ineguagliabile, un giro tra i presepi di Via San Gregorio Armeno è impagabile. È proprio a Via San Gregorio Armeno che si aprono tante botteghe artigiane, che ci sono anche durante l’intero anno, a Natale però sono tutte più ricche di presepi e statuine. Il turista, napoletano e straniero, che passeggia guardando sia a destra che a sinistra, ammirerà sempre cose nuove. Tutte le famiglie devono respirare l’atmosfera natalizia in Via San Gregorio Armeno.

Visitare Napoli a Natale: quattro passi per la città

visitare napoli natale presepi

Per arrivare a San Gregorio Armeno, nel quartiere di Montesanto si attraversano il Decumano Maggiore, ovvero via Tribunali e il Decumano minore, via San Giorgio dei Librai. Si può anche avere come riferimento il Duomo di Napoli, dove è custodito il Tesoro di San Gennaro, e poi imboccare una delle due strade per ritrovarsi nell’aria natalizia a Napoli.

La Basilica di Santa Maria Assunta in via Duomo 147, custodisce al suo interno la Reale Cappella di San Gennaro. Questa Cappella fu realizzata nel 1600 come dono da parte di tutta la popolazione napoletana. Qui il 19 settembre si ripete il Miracolo della liquefazione del sangue da parte di San Gennaro. Quindi è consigliata una passeggiata a Natale e nel periodo di settembre.

Fa parte del Decumano Maggiore, via Benedetto Croce, alla quale ci si arriva tra mercatini e bancarelle di ogni sorta da via San Sebastiano, la strada degli strumenti musicali. Nei pressi della Chiesa di Santa Chiara, potete anche visitare il suo Chiostro e poi proseguire per Spaccanapoli.

Ma riprendiamo la passeggiata per visitare Napoli a Natale, quando troveremo i negozi allestiti anche all’interno dei palazzi della strada che ci conduce a San Gregorio. Se avete bisogno di sughero per realizzare il vostro presepe, Napoli è il posto giusto per un acquisto del genere, oltre che di statuine per il presepe. Le botteghe artigiane aumentano sempre di più nelle strade, ma anche sulle scalinate di alcune chiese, ormai chiuse; eccoci arrivati a San Gregorio.

Sono tante le parti del presepe, dalle casette, alle cascate, alle statuine di dimensioni diverse, agli animaletti per il cortile. E poi la Natività, il bue e l’asinello ma anche le statuine realizzate degli ultimi personaggi di cui si è chiacchierato molto. Visitare Napoli a Natale è come leggere il giornale, vi faranno compagnia i calciatori del Napoli, da Maradona ad Hamsik, da De Laurentis a Sarri, allenatore della squadra campana.

Ma non mancano alcuni vip del momento, Belen, Di Martino, e poi Pino Daniele, perché ai napoletani manca tanto. Ci sono pure le statuine di cantanti e attori famosi.

La nostra attenzione è catturata dalla particolarità delle statuine, e magari anche dall’ironia dei vari corni portafortuna. La strada a Natale è molto affollata, quindi evitate di passeggiare il fine settimana, o meglio scegliete un orario che vi permetta di dedicare anche un po’ di tempo per fare colazione con la sfogliatella riccia o frolla ed il caffè napoletano, nelle pasticcerie del centro di Napoli, da Capparelli, che si trova proprio in Via dei Tribunali con il suo babà, o con la sfogliatella riccia, a Pintauro, e non dimentichiamo Scaturchio, intramontabile per il suo aroma.

E poi visto che state visitando Napoli a Natale, io farei una visita anche alla Chiesa di San Gregorio Armeno, meraviglia del barocco napoletano, con il suo convento e Chiostro. Questa chiesa è conosciuta anche con il nome di Santa Patrizia, protettrice della città, come San Gennaro.

Qui si può arrivare con la linea metropolita 1 di Napoli, la fermata a cui scendere sarà Piazza Dante.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *