Rione Terra, le origini e Duomo di San Procolo

Il Rione Terra primo insediamento puteolano: le sue origini risalgono alla Seconda guerra punica, quando questo sperone tufaceo, fra Nisida e Baia, di facile difesa e difficile accesso, destò l’interesse di Roma.  La rupe fu fortificata nel 215 a.C. e presidiata da circa 6000 uomini, per impedire ad Annibale contatti con la costa e Cartagine.

accesso-esterno-duomo-san-procolo

Nel 199 a.C. Scipione l’africano vi isituì un portorium (dazio) che poi divenne  la colonia di Puteoli nel 194 a.C. Da qui Roma avviò la conquista del basso Tirreno, Liternum, Salernum.

 

Era nata Pozzuoli! Al centro di questo primo insediamento fu eretto un tempio in tufo, il Capitolium dedicato alla triade capitolina -Giove, Giunone, Minerva. Di questo tempio sono rimasti solo pochi blocchi del podio.

 

altare-duomoCon l’impero e con Augusto, Pozzuoli divenne il porto più importante che smistava il traffico marittimo proveniente dall’Oriente. Qui arrivava la Classis Alexandrina, il convoglio di navi che portava grano dall’Egitto. In questo periodo il tempio ebbe il suo primo restauro e divenne un sontuoso Tempio in marmo al centro del foro.

interno-duomo-soffitto

Col tempo e con l’arrivo della cristianità, il tempio si trasformò nel Duomo dedicato a San Procolo, ed è qui  che intorno al 410 si rifugiò la popolazione, per trovare scampo alle invasioni dei Visigoti  e Saraceni. Il Rione Terra diventò un vero e proprio borgo medioevale con tanto di ponte levatoio.

arco-ingresso

Fu l’incendio del 1964 che distrusse il Duomo barocco, il bradisismo degli anni ‘70 ed il terremoto del 1980 a far si che il Rione Terra fosse abbandonato. Oggi l’edificio ha nove colonne corinzie sui lati lunghi ed è realizzato in marmo di Luni. Il pronao ha sei colonne corinzie sulla fronte, quattro andate perdute. L’interno del Duomo ha il soffitto a lacunari come nel tempio antico.

Ora è in fase di restauro e di recupero e possiamo ammirare le stratificazioni storiche passeggiando sulle coperture di vetro posizionate per i turisti all’interno di esso. I ritrovamenti marmorei di Rione Terra sono conservati al Castello di Baia.

rione-terra-dal-mare

 

 

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *