La Sibilla cumana e la maledizione di Apollo

apollo-e-la-sibilla-cumana

La località di Baia si trova nel Golfo di Pozzuoli vicino Cuma, la più antica colonia greca dell’Italia continentale, luogo di vacanza dell’ epoca romana per il clima, le sorgenti termali e per il panorama.

Un dipinto ad  olio su tela, 145,5×239 cm che rappresenta in primo piano Apollo e la Sibilla Cumana del pittore inglese Joseph Mallord William Turner ci mostra sullo sfondo Baia. “Joseph Mallord William Turner- L’insenatura di Baia con Apollo e la Sibilla”.

La Sibilla cumana è una figura molto misteriosa.

Le Sibille erano le sacerdotesse di Apollo, Dio del Sole, che aveva concesso loro poteri divinatori. Vivevano in grotte oscure, il loro potere si alimentava quando seduta sul suo tripode, respirava i vapori vulcanici delle fenditure dei terreni, e si nutrivano di acqua di Fonte Sacra.

virgilio-eneide

Antro della Sibilla-Cuma-

Masticare le foglie di lauro, pianta sacra ad Apollo era ciò che manifestamente rendeva il legame tra la Sibilla e Apollo. Le foglie di lauro aiutavano la Sibilla ad entrare nello stato di trance.

La sposa del Dio conservava la sua verginità, l’amore di Apollo era solo un soffio che arrivava in lei.

acropoli-di-cuma

Acropoli di Cuma

La leggenda narra che una di queste sibille, il cui nome era Deifobe giunse a Cuma, era molto bella e Apollo se ne innamorò. Così innamorato da voler esaudire ogni suo desiderio. La Sibilla raccolse i granelli di sabbia della baia e chiese ad Apollo di concederle tanti anni quanti i granelli contenuti nella sua mano. Apollo acconsentì, ma la sibilla non gli concesse il suo amore.

 

Apollo si vendicò negandole la giovinezza, visse settecento anni. La Sibilla che si chiamava Deifobe diventò così vecchia e piccola come una cicala che venne chiusa in una bottiglia. Chiunque le chiedesse il suo desiderio, rispondeva: La morte. Infine Apollo le concesse di morire.

Il mito della Sibilla e del suo atto di ribellione ad Apollo è narrato ne Le Metamorfosi di Ovidio

Metamorfosi IX, 130 ssg.)

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *