Il parco urbano dei Camaldoli

parco-urbano-dei-camaldoli

 

Il parco urbano dei Camaldoli è nato nel 1980 ed è stato completato nel 1996, sito sulla Collina dei Camaldoli  a 485 metri sul livello del mare, la collina si è formata in seguito all’eruzione risalente a 35.000 anni fa che interessò anche le aree dei Campi Flegrei.

 

sentiero-camaldoli

La sua superficie è di circa 135 ettari di boschi. Si può accedere da tre ingressi, alcuni però sono stati successivamente resi inaccessibili.

Su via Sant’lgnazio di Loyola, su viale privato RAI e a partire dal 2010 su via Camaldolilli.

Il Belvedere si trova situato a pochi metri dall’Eremo, punto panoramico su Napoli.

Si possono ammirare i crateri degli edifici vulcanici dell’area flegrea, il Cratere degli Astroni, i resti di Monte Sant’Angelo e Monte Spina, che sono attorno alla conca di Agnano, alle cui spalle vediamo la collina di Posillipo, che circonda la caldera di tufo di Fuorigrotta e Bagnoli.

Passeggiando nel Parco urbano dei Camaldoli è possibile ammirare gli alberi di castagno tant’è che nel periodo di raccolta, i napoletani, armati di guanti, e dell’attrezzatura giusta si adoperano alla raccolta delle castagne. Provare per credere. Vi piacerà.

All’interno del Parco ci sono tanti sentieri, alcuni dei quali offrono la possibilità di praticare esercizi ginnici seguendo le indicazioni delle schede.

La vegetazione del Parco urbano dei Camaldoli è costituita da  ginestra,  ranuncolo, ciclamino, pervinca, il castagno.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *